ContemporaneaMENTI 2018

L’arte under 35 all’Arsenale di Iseo, per una rassegna che indaga i diversi linguaggi dell’arte contemporanea.

ISEO, FONDAZIONE L'ARSENALE

Inaugurazione: sabato 22 settembre ore 18.00

OPERE DI: Laura Baffi ● Andrea Bessi ● Chiara Braidotti ● Alessandro Bulgarini ● Claudia Cadei ● Claudia Capelli ● Francesca Carion ● Max Cavallari ● Alessandra Cecchini ● Francesca Chiara ● Victoria Cojocaru ● Damiano Conti Borbone ● Andreina Cristino ● Tobia Dal Maso ● Francesco De Cristofaro ● Francesco Di Giovanni ● Simona Di Giovanni ● Sebastiano Di Salvo ● Carmine Esposito ● Daniele Fabiani ● Giuseppe "Fenice" Festino ● Giovanni Fortunato ● Elisabetta Gomirato ● Alessio Guano ● Giacomo Infantino ● Gloria Veronica Lavagnini ● Giulio Locatelli ● Anna Lorenzini ● Nicolò Masiero Sgrinzatto ● Antonio Miucci ● Carlotta Morselli Giulia Mozzini ● Francesco Orazzini ● Lorenzo Papanti ● Francesca Pennesi ● Roberto Picchi ● Elisa Pietrelli ● Luis Alberto Redondi Alice Russo ● Irene Russo ● Daniele Santoro ● Michele Savino ● Adelisa Selimbasic ● Alessia Serioli ● Alessandro Serra ● Federico Severino ● Julian Soardi ● Mom3nto | Miriam Bettarini & Franco Spina | ● Francesco Spirlì ● Valentina Veronesi ● Cristina Viviani ● Beatrice Zanardelli ●Claudio Zanardini ● Luhan Zheng

Info e contatti 

www.arsenaleiseo.it – info@arsenaleiseo.it

 030 981011 

Iniziativa patrocinata da Regione Lombardia ● Comune di Iseo ● GAI - Giovani Artisti Italiani

Premio Artivisive San Fedele 2017/18: La Città

Premio Artivisive San Fedele 2017/18

LA CITTA'

Galleria San Fedele

Giovedì 20 settembre 2018, ore 18.30

Renato Calaj
Alessandra Carosi 
Alessandro Luigi Costanzo
Francesco Del Conte
Jordan Angelo Cozzi
Alessandra Draghi 
Luca Marianaccio
Clelia Rainone
Adua Martina Rosarno
Federico Severino
Jacopo Valentini
Stefano Zotti
Rui Wu

Mostra a cura di Andrea Dall’Asta SJ e Daniele Astrologo Abadal, Chiara Canali, Stefano Castelli, Matteo Galbiati, Chiara Gatti, Massimo Marchetti, Kevin McManus, Gabriele Salvaterra La 14° edizione del Premio Artivisive San Fedele ha avuto come tema: La città. “La città è lo spazio costruito dagli uomini, in cui ciascuno ricerca una pienezza di vita, di felicità, di crescita umana. A volte, la possiamo percepire amica, accogliente, fraterna, altre volte invece matrigna, con tanti segnali di barbarie, di disumanità, di forti conflitti e tensioni. La città non è mai semplicemente un luogo fisico, un contenitore, ma è sempre spazio simbolico”, scrive il direttore della Galleria Andrea Dall’Asta SJ nel testo di apertura al catalogo della mostra. Quest’anno, oltre allo storico Premio San Fedele e al Premio Paolo Rigamonti, grazie alla collaborazione con la Fondazione Carlo Maria Martini, verrà assegnato il Martini Award. Tutti i vincitori saranno premiati durante la serata inaugurale.


Fondazione Culturale San Fedele

Galleria San Fedele, via Hoepli 3a, Milano
Dal 21 settembre al 20 ottobre 2018 
martedì – sabato 16/19 al mattino su appuntamento, chiuso i festivi

www.centrosanfedele.net


Ritmo Edition

⊳⊳ Ritmo Edition ⊲⊲

 opening: domenica 3 giugno / h. 19.00 fino al 5 luglio

Ritmo Edition è un appuntamento annuale dedicato alla vendita, strutturato in un'esposizione collettiva del materiale presente nel bookshop e nell'archivio, raccolto in oltre cinque anni di attività dello spazio. Aggiornato dal prezioso contributo di alcune realtà invitate a prendere parte a questa iniziativa come Von Holden Studio (Palermo), Tomo (Palermo), DOM art_space (Palermo), Altrove (Catanzaro), 56 FILI (Roma), VARSI (Roma), Spazio Florida (Milano), Press Press (Milano), Balloon | Contemporary Art and Publishing (Catania), l'evento è pensato per favorire e tutelare un collezionismo accessibile, offrendo un catalogo vasto e selezionato di opere originali, libri, multipli, stampe ed edizioni limitate annessi ad un listino amichevole. Ritmo Edition consente la visione di linguaggi e tecniche differenti in una scandita successione di inconsueti accostamenti ed estetiche connessioni, dedicata al pubblico catanese e di passaggio.

 // main partner: Fondazione Oelle.

 // media partner: Balloon | Contemporary Art and Publishing.

 

VENTIcontemporanei | Festival di Arte Contemporanea a Cereggio - I Edizione

Dal 27 al 29 luglio 2018, Cereggio (RE) ospiterà la prima rassegna di artisti contemporanei

.Venti artisti italiani esporranno le proprie opere, arricchendo gli scorci del borgo in pietra con un percorso artistico legato al territorio dell’Appennino Tosco Emiliano. L’esposizione a cielo aperto, promossa da KAMart in residence, è curata dalla storica dell’arte Virginia Glorioso e offre attività dedicate ad adulti e ragazzi.

KAMart in residence

Artisti

(s/t + i/m) x generazioni

12/05/2018

 (s/t + i/m) x generazioni

a cura di Giuseppe Frazzetto, 

caffè letterario, Palazzo della Cultura, Catania. 

Scuole di Pittura e Nuovi Linguaggi della Pittura dell’Accademia di Belle Arti di Catania a cura di Giuseppe Frazzetto.

Parola di vulcano | EtnaLiveExhibition

Associazione Culturale "Dendron"

Opening 27/05/2018

Parola di vulcano nasce per mettere in relazione due grandi campi d'indagine, quello scientifico e quello artistico, che si dipartono dalla stessa "presenza", ovvero l'entità territoriale siciliana più pregnante e che connota la Sicilia nel mondo: l'Etna. Parola di vulcano,  vuol provare ad ascoltare uno dei vulcani più belli e indagati al mondo attraverso professionisti dei due principali settori umani che lo studiano: il settore di provenienza scientifico ed il settore di provenienza artistico. La sfida è saper ascoltare l'Etna su ciò che essa ci dirà tramite ricercatori scientifici ed artistici che hanno colto “parole” Sue, e le hanno poste in relazione tra di essi ed all'interno della giornata della live exhibition del 27.05.2018. Come un ricercatore scientifico dall'espressione della Natura traduce “comunicazione” per far comprendere le proprie parole, così un'artista può tradurre l'espressione della natura in una ulteriore “espressione” che ne amplifichi o ne approfondisca tratti, spunti e verità. L'obiettivo è incanalare in una visione poliedrica e commista i due principali rami d'indagine che si dipartono dal nostro vulcano: ramo di “provenienza scientifica” e ramo di “provenienza artistica” appunto. Le due compagini (separate nella ovvia realtà di tutti i giorni) nel progetto di mostra e durante la live exhibition  saranno per una volta integrate e poste in relazione, così come incroci di relazioni accadranno tra i professionisti ed i fruitori dei due differenti settori di provenienza. Un piccolo esperimento dall'importante valore umano, che promuove l'ampliamento dei limiti tra sensibilità e conoscenze diverse inerenti però il medesimo amore. Un “punto” tra linee differenti ma empatiche. Parola di vulcano si inaugurerà al giardino Dendron in un allestimento artistico stabile e fruibile fin al giorno di chiusura della mostra il 10.06.2018, e in un ulteriore allestimento temporaneo e performativo anche scientifico che si svolgerà dalla mattina ore 11.30 alla sera ore 23.30 di questa domenica inaugurale. L'evento si compone in due livelli narrativi, il primo livello è il luogo stesso o gli elementi che costituiscono l'identità di Dendron, i “segni” che caratterizzano questo luogo (e in forma meno specifica ma più ampia connotano l'identità territoriale Etnea), rappresentati da oggetti naturali, minerali, piante e architettura all'interno del Giardino. Su di essi è organizzato il secondo livello, costituito dagli interventi temporanei o stabili, ad opera dei professionisti posti a dialogo della “scienza in relazione al vulcano” e “dell'arte in relazione al vulcano”. Scienziati ed artisti si alterneranno lungo tutta la giornata incrociando le loro esperienze ed il loro pubblico.

I portatori di contenuto artistico sono:

Francesco Siracusa, gestore indipendente di “Spazio Espositivo” di Agrigento, e co-coordinatore artistico dell'evento e gli artisti in mostra: Ezio Cicciarella, Claudia Coniglione, Paolo Criscione, Giulia Ferrara, Aurelio Pappalardo, Zuzana Pernicova, Giuseppe Puglisi, Loriana Quisari, Luca Sclafani, Federico Severino, Piero Zuccaro.