Parola di vulcano

La mostra Parola di vulcano, che verrà inaugurata sabato 5 maggio alle ore 18:00 allo Spazio Espositivo di Francesco Siracusa, è un’anticipazione dell’evento Parola di Vulcano – Etna Live Exhibition – che si svolgerà presso l’associazione DENDRON a Valverde (CT) dal 27 maggio all’8 giugno 2018. L’intero progetto, frutto della collaborazione tra i due Spazi prevede, oltre ad una mostra d’arte, un’articolazione complessa arricchita da interventi scientifici, escursioni e altro. Ad Agrigento, nella mostra più condensata presso lo Spazio Espositivo, saranno esposte le opere di alcuni degli artisti partecipanti: Ezio Cicciarella, Claudia Coniglione, Paolo Criscione, Zuzana Pernicova, Loriana Quisari, Luca Sclafani e Federico Severino L’elemento che accomuna la ricerca di questi artisti è l’indagine sull’idea di “Natura” e del rapporto tra questo concetto problematico e quanto invece appartiene alla sfera umana. Questa tematica, che oggi si può definire “classica” dal punto di vista filosofico, qui viene affrontata sul piano della percezione e coscienza tipiche di ogni arte eminentemente visiva, e ciò secondo le differenti declinazioni e specificità dei singoli artisti. Il progetto Parola di vulcano vuole appunto mettere in relazione i campi d’indagine artistico e scientifico (rispettivamente produttori di espressione e di comunicazione-conoscenza), riunendoli e ponendoli in ascolto di un sito straordinario quale è il vulcano Etna che, come pochi luoghi al mondo, può rappresentare una “Natura” al suo stato primordiale e che è perciò particolarmente idoneo all’edificazione di pensieri, concetti e immagini utili al nostro stare al mondo.

La mostra chiuderà il 9 giugno

Spazio Espositivo di Francesco Siracusa

 Sabato 5 maggio ore 18:00 ORARI:

 lun.-ven. 9:00-13:00 17:00-20:00 sab. 9:00-13:00

Decennale del Premio Nocivelli | Mo. Ca.

Mostra dedicata al decennale del Premio Nocivelli presso lo spazio museale Mo.Ca. (BS).

La mostra raccoglierà opere che rispecchiano il lavoro attuale dei vincitori di tutte le edizioni del Premio Nocivelli.


Inaugurazione: 6 aprile alle 18.00

Orario di apertura: Dal 7 al 22 aprile 2018 Da giovedì a domenica dalle 11.00 alle 19.00 


Mo. Ca. Via Moretto 78, 25121 Brescia

Premio Artivisive San Fedele 2017_18

Artisti selezionati alla residenza del Premio Artivisive San Fedele 2017_18:

RENATO CALAJ
ALESSANDRA CAROSI
ALESSANDRO LUIGI COSTANZO
FRANCESCO DEL CONTE
JORDAN ANGELO COZZI
ALESSANDRA DRAGHI
LUCA MARIANACCIO
GIULIA POPPI
CLELIA RAINONE
ADUA MARTINA ROSARNO
FEDERICO SEVERINO
JACOPO VALENTINI
RUI WU
STEFANO ZOTTI

Inaugurata alle Quam di Scicli la mostra “Federico Severino_Close to the edge”

Sabato sera si è inaugurata la mostra “Federico Severino_Close to the edge” alle Quam di Scicli, in una galleria gremita di amici, curatori, collezionisti e artisti di tutta Italia. Un’atmosfera vivace, quasi di festa, già dalla mattina, in cui l’autore e il curatore Gabriele Salvaterra, hanno parlato per ore con i tanti visitatori, con i collezionisti guidandoli nella scelta delle opere da inserire nelle loro collezioni e con altri artisti. La tipica atmosfera che contraddistingue le Quam di Scicli in cui si va per respirare una vera vivacità culturale, in cui le persone sono felici e si innamorano dell’arte.
Ma il lavoro del curatore e della galleria che sta dietro a tutto questo, è proprio trovare autori eccellenti che, dopo un periodo di collaborazione, possono essere ‘scoperti’ e considerati un buon investimento dal grande pubblico.

Così scopriamo Federico Severino, un eccellente pittore, così come traspare dalle opere, che hanno stupito e meravigliato per la maturità, l’eleganza e l’innovazione, emozioni inattese nei lavori di un autore di appena 27 anni! Un autore catanese, seguito e sostenuto dai maestri Puglisi e Zuccaro, che ne sono stati il tramite per la stessa galleria, che utilizza prevalentemente il pastello a olio su tela, ma che annota i colori e le materie con il pastello sulle fotografie.
La tecnica di questo autore traduce intimamente e intensamente la sensazione dei suoi itinerari di montagna, e restituisce in modo diretto la geografia dell’orizzonte, in cui il cammino modifica l’orizzonte e con esso il punto di vista dello stesso paesaggio, passo dopo passo.

Così scrive il curatore Salvaterra (Mart Rovereto) nella presentazione in catalogo: “L’orizzonte non può essere raggiunto ma ciò che contiene invita a essere percorso, determinando un continuo spostamento e ri-orientamento degli stessi limiti visuali che impone”. Da qui la scelta del titolo “Close to the edge”, in cui ‘orizzonte’ è fine e inizio insieme, di un altro orizzonte, di un nuovo cammino o semplicemente della continua ricerca pittorica. È l’Etna il soggetto principale del suo lavoro e, prima ancora, dei suoi ‘viaggi’, in cui il fumo diventa pasta bianca e la lava trama di colori, prima fissato dallo scatto fotografico, e poi annotato con il pastello direttamente sulla foto, come si vede dalle diverse opere su base fotografica. Una mostra da non perdere, ad ingresso gratuito, fino al 19 novembre.

Federico Severino Close to the edge
Quam Scicli 7 ottobre – 19 novembre 2017

CURA
Gabriele Salvaterra

ORGANIZZAZIONE
Tecnica Mista

UFFICIO STAMPA
MediaLive

PARTNER
Avv. Riccardo Schininà

MAIN SPONSOR
Micros RiKrea

SPONSOR
Dominio Broker Club
Bibite Polara

FOTO OPERE
Franco Noto

FOTO EVENTO
Sergio Bonuomo

INFO
Quam Scicli via F. Mormino Penna 79 - Info 0932 931154
info@tecnicamista.it
Orari
da martedì a sabato 10.00-13.00 / 16.00-20.00
domenica e festivi 17.00-20.00
www.quamarte.com www.tecnicamista.it

Federico Severino_Close to the edge

Chi non ha orizzonte non vede abbastanza lontano (Hans-Georg Gadamer). Così Gabriele Salvaterra parla delle pitture di Federico Severino in mostra alle Quam da sabato 7 ottobre.
Sabato 7 ottobre alle 18.00, alle Quam di Scicli, si inaugura “Federico Severino_Close to the edge”. La personale del giovanissimo artista catanese è a cura di Gabriele Salvaterra (Mart Rovereto), che ha scelto 40 opere, tra cui tele di grandi dimensioni, con i profili e gli ‘orizzonti dell’Etna’, e poi una piccola raffinata selezione di opere con interventi a olio su base fotografica, che rappresentano una chiara opportunità, per il pubblico, di comprendere il percorso del lavoro dell'artista, dalle scalate sul vulcano alla realizzazione delle fitte pitture, dense di strati e ricche di colpi di luce.
Fine pittore, attento osservatore della Natura e grande sperimentatore, ha seguito abilmente i consigli dei maestri pittori catanesi, Zuccaro e Puglisi, ed ha intrapreso avventure personali, come i periodi di immersione nella ricerca a Berlino, che lo promuovono autore maturo e caparbio.
Gabriele Salvaterra, che ha seguito il lavoro dell’autore negli anni recenti, parla di studio dell’orizzonte come indagine su ciò che è ‘altro’, quindi come punto di confronto con diversi punti di vista. Nella presentazione critica della mostra, Salvaterra riporta le parole di Hans-Georg Gadamer, il quale affermava: “Chi non ha un orizzonte è un uomo che non vede abbastanza lontano e perciò sopravvaluta ciò che gli sta più vicino. Avere un orizzonte significa, invece, non essere limitato a ciò che è più vicino, ma sapere vedere al di là di questo”. Meraviglioso esempio di percezione dell'opportunità ove altri vedono un limite, ottima interpretazione dell’area in cui si muove la ricerca di un artista.
La mostra sarà inaugurata alla presenza di artista e curatore sabato 7 ottobre alle 18.00, in galleria sarà disponibile il libro della mostra, che rimarrà aperta fino al 19 novembre, sempre ad ingresso gratuito.

Federico Severino Close to the edge
Quam Scicli 7 ottobre – 19 novembre 2017

CURA
Gabriele Salvaterra

ORGANIZZAZIONE
Tecnica Mista

UFFICIO STAMPA
MediaLive

PARTNER
Avv. Riccardo Schininà

MAIN SPONSOR
Micros RiKrea

SPONSOR
Dominio Broker Club Polara

FOTO OPERE
Franco Noto

FOTO EVENTO
Sergio Bonuomo

Tecnica Mista_dieci anni

a cura di Antonio Sarnari QUAM,

Scicli 4 agosto – 4 settembre 2017
OPENING 4 AGOSTO 2017 H. 20:30

Venerdì alle Quam di Scicli è festa per i dieci anni di Tecnica Mista, alle 20.00 si inaugura una festa-mostra che raccoglie una sintesi dei progetti realizzati dallo studio d’arte, direttamente o in collaborazioni con altre gallerie, fondazioni, istituzioni varie. In particolare sono stati allestite alcune tra le opere più rappresentative, dei progetti realizzati in passato o in programma per i prossimi anni; e il mood sembra proprio quello di una festa per l’inizio di un nuovo step e non per un traguardo raggiunto.

Una trentina gli artisti che sono stati invitati, pochi fedelissimi anche per questioni logistiche, che espongono opere legata ad uno o più progetti realizzarti dallo studio.
In mostra opere, tra gli altri di Rossana Taormina, Simon Troger, Corrado Iozzia, Ilde Barone, Simone Geraci, Cetty Previtera, Federico Severino, Giovanni Viola, Tamara Marino, Francesco Rinzivillo, Federica Gisana, Valerio Valino, Ettore Pinelli, Manlio Sacco, Piero Zuccaro, Elda Carbonaro, Ezio Cicciarella, ma anche di Piero Guccione e Franco Sarnari e anche una tela di 2,5 metri per 3,5 metri di Giuseppe Puglisi.
In questo ricco percorso si intuisce la trasversalità del lavoro di Tecnica Mista, attraverso i diversi linguaggi, attraverso le generazioni, attraverso i diversi settori, come la musica o i laboratori per bambini, oltre l’arte, a cui questo studio di organizzazione e cura di eventi culturali ha lavorato quasi sempre da attore.

Antonio Sarnari, titolare di Tecnica Mista, con sede nella bellissima galleria d’arte Quam, nel centro storico di Scicli, fa fatica ha raccontarci quante cose siano state fatte, in questi primi dieci anni. Nelle sue parole, ancora cariche di progetti e idee da sviluppare, scopriamo una grandissima passione per il proprio lavoro, un’altissima considerazione del valore dell’arte e dell’importanza della ricerca degli artisti. Ma anche un intenso lavoro di progettazione e studio di “strategie e modelli per lo sviluppo in economia culturale”, per come ci viene definito, che sono spesso fornite a supporto di istituzioni private nel settore della cultura, oppure utilizzate nella creazione di risorse territoriali come i vari gruppi, Asterisco, SEM, Passatempo e simili, nati proprio in questo studio, con modelli e strategie interne.
Difficile racchiudere tutto in un solo primo racconto, vi consigliamo di visitare la mostra, anche più volte e fruire della nota disponibilità del team di Tecnica Mista e di Quam per approfondire la storia dello studio e i tanti progetti realizzati e magari scoprire cosa bolle in pentola!
L’opening con i tanti artisti provenienti da tutta la Sicilia è per Venerdì 4 agosto alle 20.00, e la mostra sarà visitabile con ingresso gratuito fino al 4 settembre, con orario 18.00-23.00 e nell’ultima settimana anche di mattina.


Tecnica Mista_dieci anni
A CURA DI ANTONIO SARNARI

Quam Scicli 4 agosto – 4 settembre 2017

AUTORI IN MOSTRA
ILDE BARONE ELDA CARBONARO EZIO CICCIARELLA SIMONE GERACI FEDERICA GISANA PIERO GUCCIONE CORRADO IOZZIA TAMARA MARINO ETTORE PINELLI CETTY PREVITERA FRANCESCO RINZIVILLO MANLIO SACCO FRANCO SARNARI FEDERICO SEVERINO ROSSANA TAORMINA SIMON TROGER VALERIO VALINO GIOVANNI VIOLA PIERO ZUCCARO