Il mio lavoro si concentra sull’analisi del territorio nel senso più generico, inteso come luogo, parte di un vissuto. La ricerca prende forma grazie ad un approccio iniziale, che scaturisce da una visione mentale, all’interno del quale si innesca un procedimento che è parte della memoria. Propongo piccoli, grandi e delicati frammenti che custodiscono elementi legati ad una dimensione non terrena, al di sopra della realtà sensibile, eterea. E’ un continuo ripercorrere con la mente, un ritornare sui miei passi per poi procedere ad organizzare e trascrivere il lavoro sul supporto. Questo continuo ricercare, coinvolge inevitabilmente il corpo attraverso un agire non consequenziale, non descrittivo, dove la gestualità ed il tocco dato, è imprevedibile ed automatico. Le stratificazioni materiche diventano strutture e creano una trama grafica molto affine ad una traccia. Grazie all'uso del pastello vado sempre più a definire e a far acquistare forma e solidità all'immagine, invece il colore ed il segno restano liberi da ogni struttura. Ho un forte interesse per il dato cromatico che si manifesta attraverso aree, campiture pastose e granulose che restituiscono all’immagine un aspetto non definito, quasi atmosferico, vaporoso. L’immagine si presenta essenziale, distruggo la forma e le consegno un volto completamente nuovo, lavorando su superfici vibranti, libere e leggere. Il corpo dell’immagine è trattenuto da una leggera e intima sospensione, quasi fosse senza tempo. Dal movimento incontrollato e irrazionale della mano, al tocco, al graffiare, procedo muovendomi tra il pittorico e lo scultoreo. Il graffiare, il togliere o sottrarre materia costituiscono il mio linguaggio espressivo. Penso sempre al mio lavoro come un qualcosa che possa avere anche una qualità tattile e che non sia solo finalizzata alla fruizione visiva. La superficie dunque diventa un frammento di pelle pittorica, uno spazio con cui relazionarsi intimamente.



My work focuses on the study of the territory considered like a place and part of my own inner experience. The artistic research begins at first with a mental vision of the place and then it changes into something physical. I work on different kinds of fragments which contain unearthly and ethereal landscapes. This continuous research, inevitably involves the body through an inconsequential and not descriptive act, where gestures and touches are unpredictable and automatic. The material stratification changes into structures and creates a graphic plot like a trace. Thanks to the use of crayons I increasingly define the image so that it purchases a particular shape and strength. The color and the sign remain free from any structure. I have a strong interest to build different levels that can be appreciated through pasty and grainy backgrounds. The image is undefined, it is nearly atmospheric with a wispy aspect. I work on vibrant, free and light surfaces. The image is essential. I destroy the shape and I give it a completely new face. The body of the image is retained by a soft an intimate suspension, almost timeless. Starting from the unchecked and irrational movement of the hand, of the touch and of the scratch, I am very close both to a pictorial and sculptural sensibility. I always think to my working method as something similar to a tactile quality and not only concentrated into the visual enjoyment. The surface becomes a fragment of pictorial skin, a space with which I intimately relate.



Federico Severino
Vizzolo Predabissi (MI), Agosto 1990

Education
2014 – 2016 Diploma di Laurea di II Livello in Pittura.
2009 – 2013 Diploma di Laurea di I livello in Pittura e Restauro, Abadir, Catania.
2004 – 2009 Istituto Statale d'Arte Catania Diploma, Catania.

Exhibitions
2017 Federico Severino_Close to the edge, a cura di Gabriele Salvaterra, Quam Scicli.
Tecnica Mista_Dieci Anni, Galleria QUAM / Tecnica Mista, a cura di A. Sarnari, Scicli (RG)
Premio Combat Prize, promosso da Blob Art, Museo Civico Giovanni Fattori ex Granai di Villa Mimbelli e Fortezza Vecchia, Livorno (LI)
Camera Doppia #2, Federico Severino | Valerio Valino, a cura di Virginia Glorioso, organizzazione La Roue, XXS aperto al contemporaneo, Palermo (PA)
Dal paesaggio, il colore, Federico Severino | Valero Valino, Spazio espositivo di Francesco Siracusa, a cura di F.Siracusa, Agrigento (AG)
2016 Premio FAM Giovani per le Arti Visive, II edizione, associazione Amici della Pittura Siciliana dell’Ottocento, Fabbriche Chiaramontane (AG).
AFAIK – as far as I know, mostra d’arte contemporanea a cura di Salvo Duro e Piero Dauber, Accademia Belle Arti Catania.
Pre - Visioni II – Artisti emergenti, a cura di Daniela Bigi e Ornella Fazzina, Fondazione Puglisi Cosentino, Catania.
Dimensioni, a cura di DELFARE, presentazioni a cura di Rocco Giudice, Chiostro – Palazzo Minoriti, Catania.
Segni Agathae, GAM, Ciminiere di Catania, a cura di Liborio Curione, Catania.
2015 Fly-By, Piero Zuccaro, Quam / Tecnica Mista, a cura di Marco Meneguzzo, Scicli (RG).
Art Factory 05, Collettiva allievi Accademia di Belle Arti di Catania, Centro Fieristico Culturale Le Ciminiere_pad C1 – Viale Africa 12, Catania.
Velato Lavico, B personale _ Severino/Valino a cura di Demetrio di Grado, ManSourcing, Via Acquanuova 244, Caltagirone (CT).
MAW 10X10, l’arte che gioca con il sistema dell’arte, a cura di Valentina Colella, spazio MAW, via Morrone 71, Sulmona.
10x10 – Mostra Collettiva Riduttiva, Lavoratorio Artistico, Sarzana (SP).
11 x H ’15, caffè letterario Hemingway, Modica, (RG).
Realismo Informale, galleria Quam/Tecnica Mista, a cura di A. Sarnari, Scicli (RG).
Chartae, Mansourcing Contemporary SPACE, a cura di Salvo Ligama, Caltagirone, (CT).
Renascentia_Casa Vaccarini, tributo a Giovanni Battista Vaccarini, a cura di Piero Dauber, Tiziana Greco, Marilisa Yolanda Spironello, Anna Nolfo e Valentina Leonardi.
Artisti di Sicilia-Nuovi Talenti, Palazzo della Cultura, a cura di Vittorio Sgarbi, Catania.
2014 Premio Nocivelli, Chiesa della Disciplina, a cura dell’Associazione Culturale Techne, Verolanuova (BS).
Arte al metro – generazione anticonsequenziale, Galleria QUAM/Tecnica Mista, a cura di A. Sarnari, Scicli (RG).
ContemporaneamenteRosso, galleria Art’è, a cura di Calusca, Acireale (CT).
Relazioni, collettiva itinerante a cura di Katia Vespertino _ Scordia, Vizzini, Militello, Mineo (CT).
2013 Week end al Cubo, galleria QUAM/Tecnica Mista a cura di A. Sarnari, Scicli, (RG).
2011 Premio Nazionale delle Arti, Accademia di Belle Arti di Brera, (MI).

Premi
2016 Premio FAM Giovani per le Arti Visive, II edizione, associazione Amici della Pittura Siciliana dell’Ottocento, Fabbriche Chiaramontane (AG) - 2° Classificato
2015 Partecipazione - “Premio Laguna” sezione pittura con l’opera Studio di Spazio con Blondie.
2014 Premio Nocivelli - 1° Premio - sezione pittura con l’opera Dormiveglia.
2012 Partecipazione - Premio Arte con l’opera Frammento | artista selezionato
Partecipazione - YCCA 2012 Young International Contest of Contemporary Art con l'opera Mia madre.
Partecipazione - Premio Arte Laguna, con l’opera Dialogo.
2011 Premio Nazionale delle Arti, con l’opera Raggi d’acqua | artista selezionato

Cataloghi e Pubblicazioni
2017 Federico Severino_Close to the Edge, Quam/Tecnica Mista, Scicli, (RG). Sillabe 2017, Livorno.
Premio Combat, Sillabe 2017, Livorno.
2016 Premio FAM Giovani per le Arti Visive, II edizione, associazione Amici della Pittura Siciliana dell’Ottocento, edizioni Ottocento, Fabbriche Chiaramontane (AG).
Pre - Visioni II – Artisti emergenti, a cura di Daniela Bigi e Ornella Fazzina, Fondazione Puglisi Cosentino, SilvanaEditoriale.
Segni Agathae GAM, Centro Fieristico le Ciminiere, a cura di Giovanni Cassese e Ornella Fazzina, organizzazione Accademia di Belle arti Catania, Tyche edizioni.
2015 Velato Lavico, Mansourcing – Federico Severino // Valerio Valino, Mansourcing, a cura di Demetrio di Grado, Caltagirone (CT).
Art Factory 05, 3 – 6 Dicembre, Fondazione Puglisi Cosentino, Org. Dietro el Quinte Arte.
Realismo Informale, Tecnica Mista/Quam, a cura di Antonio Sarnari, Scicli (RG).
Artisti di Sicilia - Nuovi Talenti, a cura di Vittorio Sgarbi, Catania.
2014 Premio Nocivelli – associazione culturale Techne, Brescia.
2011 Premio Nazionale delle Arti - Arti figurative digitali e scenografiche, 2011, Brera (MI).

Residenze e Workshop
2016 RITRATTO A MANO 3.0, Workshop\Residenza con Gianni Caravaggio, a cura di Giuliana Benassi, Ex Convento delle Clarisse, Caramanico Terme (Pescara).
2012 LAVA-SCAPE, natura ed artificio nel paesaggio lavico con la fotografa Laura Cantarella.
ART MARKET TODAY, workshop sulle dinamiche tra mercato e arte nell’era contemporanea, in collaborazione con la fondazione olandese CREARE, Centre for Research in Arts and Economics.
INCONTRARE I FOTOGRAFI, 8 giovani fotografi raccontano il proprio iter artistico.
HANDMADE EDITIONS #2, workshop su microeditoria ed editoria indipendente.
STREET PORTRAIT, workshop sul ritratto fotografico en plein air a cura di Ernesto Romano.
2011 HANDMADE EDITIONS, workshop con: Cura Books / Talkinnas / 108 / Raw Raw / Drippy Bone Books/ Stefano Serusi/ Graffa/ La Forma/ UND, Un progetto di Massimiliano Bomba & Bea De Giacomo, editoria d’Arte a bassa risoluzione, dalle fanzine al libro d’artista a cura di Federico Lupo.
2010 CATTIVERIA, workshop: idee per un laboratorio con l' artista Filippo Leonardi.